Lucano addetto al trasporto di liquami, morto per le esalazioni dei fanghi definiti "NON PERICOLOSI"

21.12.2016 18:35

 

Era arrivato appena ieri per scaricare liquami definiti non tossici oggi è stato ritrovato  morto  all’interno della cisterna  del suo camion. Un Lucano di 39 anni di Brienza (PZ) arrivato il 20 dicembre  a Ravenna per scaricare  per una ditta della sua città.

L'autista aveva già scaricato la cisterna poco dopo il suo arrivo, ha montato la scaletta per una ispezione ma è stato colto da improvviso malore per le esalazioni che ha respirato all'interno della cisterna. L'azienda preoccupata ha lanciato l'avviso ed i Carabinieri hanno così fatto la macabra scoperta insieme ai Vigili del Fuoco ed agli operatori del 118 

Liberiamo LA BASILICATA chiede dei controlli più stringenti e delle verifiche ad opera di un organismo certificato che escluda il rischio da inalazioni di gas tossici per la tutela dei lavoratori e dei cittadini non è più rinviabile un atteggiamento serio e concreto ad opera di quanti hanno la responsabilità certa e diretta su simili tragedie.