IL MOVIMENTO LIBERIAMO LA BASILICATA CHIEDE LA SOSPENSIONE DEI CONSIGLIERI FRANCESCO MOLLICA PER PECULATO , SANTARSIERO VITO PER DISSESTO AL COMUNE, VITO GIUZIO PER CONFLITTO D'INTERESSE

25.10.2014 13:17
Il Tribunale di Potenza ha confermato in Appello la condanna a mesi 16 di reclusione per "PECULATO" nei confronti del consigliere regionale in carica Franco Mollica per aver percepito indebitamente i rimborsi chilometrici (oltre 3.000,00 € mese). Lo stesso consigliere regionale è imputato assieme ad altri nel processo denominato scontrinopoli. La condanna d'appello ha l'aggravante morale della prescrizione per i reati commessi antecedenti il 2008 per i quali è caduta la prescrizione.
La legge Severino, la numero 235 del 2012, prevede infatti che scatti, in caso di reati contro la pubblica amministrazione (ossia corruzione e peculato) la sospensione dalla carica di consigliere regionale già in caso di condanna di primo grado o patteggiamento.
Vi è di più la Legge Severino prevede, se l'Appello conferma la condanna di sospendere per dodici mesi ovvero sino alla sentenza definitiva quando scatta la decadenza di diritto.
Il Tribunale nel rispetto della legge Severino dovrà a cura della cancelleria del tribunale o della segreteria del pubblico ministero inviare i provvedimenti giudiziari che comportano la sospensione ai sensi del comma 1 al prefetto del Capoluogo della Regione (il Prefetto di Potenza) che ne darà immediata comunicazione al Presidente del Consiglio dei Ministri il quale, sentiti il Ministro per gli affari regionali e il Ministro dell'interno, adottare il provvedimento che accerta la sospensione.
Tale provvedimento è notificato, a cura del prefetto del capoluogo della Regione, al competente consiglio regionale per l'adozione dei conseguenti adempimenti di legge. Liberiamo LA BASILICATA chiede che l'iter burocratico sia reso celere, visibile e trasparente inoltre che la Regione Basilicata adotti da subito quanto disposto dalle vigenti leggi in materia e quindi l'immediata sospensione dalla carica di Consigliere Regionale del sig. Franco Mollica per gli Inequivocabili evidenti e scandalosi fatti che lo hanno riguardato

L'auspicio del Movimento liberiamo LA BASILICATA è che si possa adottare in tempi brevi e certi anche la verifica sul consigliere regionale Vito Santarsiero per il DEFICIT lasciato al comune di Potenza nei suoi due mandati consecutivi da sindaco
 
, nonché la sospensione del consigliere regionale Vito Giuzio per inequivocabili, ed evidenti conflitti di interesse che riguardano somme elevatissime di danaro pubblico su attività il cui controllo ricade proprio sulla Regione Basilicata.
 
 
movimento liberiamo la basilicata